Primavera: scopri con noi l’Umbria dei Borghi

by ambra
Lago Trasimeno

Umbria di primavera: scopri con noi i borghi più belli, dove natura e storia coesistono in perfetta armonia…

Questo è stato celebrato come l’anno dei “Borghi” in Italia, con un esplicito richiamo ad un turismo interessato a realtà “più vere”, meno “turistiche” senza per questo essere meno belle.

L’Umbria può in questo senso trarre un orgoglio particolare dalla sua capacità nel tempo di mantenere intatti e bellissimi i suoi borghi medievali, paesini arroccati e cittadine “minori” con opere d’arte il cui interesse travalica il limite regionale per essere frutto della migliore espressione artistica italiana.

L’elenco sarebbe troppo lungo se volessimo passare in rassegna l’insieme delle tante realtà che punteggiano l’Umbria e che sono senz’altro “da visitare”… sarò, quindi, costretta a fare una scelta iniziando da alcuni “golosi” spunti per visite guidate da effettuare insieme.
Per comodità ho posto in collegamento borghi e cittadine meno conosciute con le città maggiori o i contesti paesaggistici più conosciuti:

Perugia e il Lago Trasimeno
1. Città della Pieve, la città del Perugino
Da visitare, oltre ai celebri affreschi del Perugino, c’è la cittadina, tutta costruita nel colore rosso arancio del cotto, con i suoi vicoli stretti ed una vista eccezionale della Valdichiana… non dimenticate una sosta per assaggiare la famosa chianina sotto forma di tagliata o nel ragù dei “Pici” e lo zafferano
2. Panicale ed il Santuario di Mongiovino
Con una vista indimenticabile del lago Trasimeno, questo piccolo Borgo é un gioiello di arte, grazia e armonia: l’affresco del Martirio di San Sebastiano é una delle opere più belle del Perugino ed è solo la “punta” di una bellezza che si snoda tra i vicoli concentrici, chiese, vicoli, antichi palazzi…
3. Castiglion del Lago
Questo bellissimo Borgo é anche uno dei punti di vista più suggestivi verso il lago Trasimeno in particolare se si decide di visitare il palazzo della Corgna e la a fortezza del Leone dai cui spalti la vista spazia liberamente per un un panorama che comprende i città e borghi lungo le sponde e l’intera specchio d’acqua del Trasimeno.

4. Lungo le sponde del Lago Trasimeno tra scorci panoramici e piccoli borghi arroccati.
Questo percorso privilegia l’itinerario che segue il perimetro del lago aprendo alla vista un panorama che non è mai uguale a se stesso, in un susseguirsi di prospettive e scorci davvero indimenticabili sia a livello naturalistico che di piccoli e graziosi borghi che punteggiano e accompagnano il percorso

Assisi e la Valle Umbra
1. Spello: vicoli fioriti ed arte della Perla rosa del Subasio
Considerata una vera e propria “perla” del Subasio, questa cittadina dal colore rosato della pietra locale è insieme luogo privilegiato per la bellezza della sua natura, lo stile caratteristico dell’abitato medievale con i suoi vicoli e naturalmente custode di una delle più importanti opere dell’arte italiana: la cappella “Bella” affrescata dal Pinturicchio per i Baglioni…

2. Trevi, regina dell’olio pregiato…
Città simbolo del pregiato olio umbria, Trevi ha una posizione panoramica talmente bella da costituire un tutt’uno con il contesto naturale della Valle e dei monti ricoperti dal verde argenteo delle distese di estesi oliveti.
La vista aerea dei suoi tetti in questo paesaggio di sogno non sfuggì allo sguardo poetico di Leopardi che le dedicò dei versi.
3. Montefalco, il piacere di vivere tra vino, arte e natura…
Vino, arte ai suoi massimi livelli, vigneti e natura per la città del Falco di Federico II di Svevia. Da gustare dopo o prima di un calice di sagrantino una passeggiata panoramica che domina l’interezza della valle Umbra da Spoleto a Perugia e una visita agli affreschi di Benozzo Gozzoli in San Francesco.
4. Bevagna “l’incanto della storia” Sull’antico percorso della Flaminia 
La naturale bellezza e armonia di questo piccolo borgo è nel rapporto con la sua campagna, tra filari di viti e colline, nel suo aspetto medievale e nel suo passato romano, nella grazia dei vicoli come nella sorpresa della sua piazza racchiusa tra alcuni dei monumenti più importanti dell’Umbria “romanica”; non ultimo il fascino di Bevagna si ritrova nel carattere dei suoi abitanti che sono stati capaci di rievocare con una sincerità ed una passione unica il medioevo con il mercato delle “Gaite”….

Alla prossima puntata per scoprire gli altri borghi dell’Umbria tra Orvieto, Todi , Spoleto e la Valnerina.

possiamo organizzare visite guidate ed escursioni per scoprire le realtà più belle dell’Umbria… chiamate per maggiori dettagli e per richiedere il vostro tour “personalizzato”

Ambra Antonelli

Guida Turistica Abilitata della Regione Umbria – 333.77.42.586

 

You may also like